Novità al Veregra Street 2013 di Montegranaro. Festival dell’arte, ma anche del cibo di strada. A 4 Km da Monte Urano. Cerchi un albergo? Vieni da noi!

3 giugno 2013 Da vedere nel circondarioHome  Nessun commento

Il cartellone artistico prevede più di 100 rappresentazioni che esplorano tutti i generi dell’arte urbana. Tante iniziative collaterali con laboratori, stage, incontri con l’autore, proiezioni di cortometraggi, spettacoli teatrali, concerti, graffiti, mostre e un progetto sociale sull’intercultura che coinvolge le scuole.
Dal 23 al 29 giugno 2013 il Veregra Street Festival porta la meraviglia, lo stupore, le magiche atmosfere, gli odori ed i sapori dell’arte e del cibo di strada nel bellissimo centro storico di Montegranaro, vivace cittadina marchigiana rinomata per i calzaturifici di alta qualità.
Grande novità di questa XV edizione è il Veregra Street Food, un’intera sezione dedicata al “cibo di strada italiano e internazionale” realizzata in sinergia con Fritto Misto, con la quale si intende promuovere e valorizzare l’immagine e la sostanza di un cibo povero che coniuga le tecniche della tradizione con la cura dei prodotti e l’ausilio della migliore attrezzatura tecnica.
Verrà allestita una grande cucina etnica dove verranno preparate e servite diverse specialità che costituiscono un vero e proprio spaccato di una consuetudine diffusa in tutto il mondo. E così, tra uno spettacolo e l’altro, il pubblico potrà gustare le olive ascolane del Piceno, la frittura di paranza, l’hamburger di carne di razza marchigiana, lo gnocco fritto di Modena al prosciutto e alla nutella, piadine di varie tipologie, fish & chips, il gyros pita greco, le tacos messicane, la paella valenciana e il giapponese tori karage, pollo marinato nella salsa di soia e fritto in pastella.
Il cibo è un elemento culturale fondamentale nell’esprimere lo spirito dei luoghi e delle persone e quindi perfettamente in linea con l’arte urbana e con il concetto di “cultura di strada” al quale il festival marchigiano si è ispirato sin di dagli inizi con una scelta innovativa che ha il vanto di aver ridato vitalità e qualità a luoghi una volta centrali nella vita delle persone e da tempo non più vissuti come tali. Oltre all’allestimento della grande cucina etnica il festival propone laboratori di educazione alimentare per bambini, laboratori di cucina, degustazioni e dibattiti sulla convivialità e sull’importanza del cibo in strada.
Per ciò che riguarda gli spettacoli il festival, organizzato dal Comune di Montegranaro con il sostegno della Regione Marche, della provincia di Fermo e della Camera di Commercio di Fermo, propone sette giorni fitti di eventi con 7 giorni di programmazione e 70 compagnie professioniste, di cui 20 provenienti dall’estero, che esplorano tutti i generi dell’arte urbana: dal teatro di strada alla musica, dalla danza al teatro di figura, dal clown al circo contemporaneo, dall’evento di piazza alla parata. Ancora una volta protagonisti assoluti saranno piazze, piazzette, vie e vicoli del centro storico, il numeroso pubblico e agli artisti professionisti tra i quali i cambogiani Phare Ponleu Selpak Circus, i giapponesi Ojarus, il canadese Pierrick St-Pierre, gli spagnoli Los Excentricos, gli argentini Engranaje, gli inglesi Pangottic Circus, il gruppo musicale Hado Ima & Watinoma del Burkina Faso, i belgi D’irque&Fien, Barto e tanti altri. Gli show in realtà inizieranno il 22 giugno con due anteprime: una in piazza S.Serafino con esibizione dell’ASD L’Aquilone e una sul lungomare di Lido di Fermo organizzata in collaborazione con il Comune di Fermo.Fonte: www.informazione.tv

Leave a reply